ONIRICO 51


Capita di non essere assolutamente coscienti di quello che siamo, o che sembriamo. Perché non è il momento, perché semplicemente abbiamo la testa impegnata da altro, a volte prigioniera, di altro. Fatto sta che sì, dopo il Festival, dopo scritture e chiamate notturne, ci si incontri. Arrivi, alto, andiamo a mangiare. Una cena onesta, il pezzo migliore il tuo essere impacciato all’inizio, mentre il vino ancora non arriva, quando si parla, io non mollo lo sguardo, ti scruto, cerco di capire che cavolo pensi di avere visto tra sto ciuffo e sta barba. Magari se l’hai capito tu dimmelo, io a forza di guardare vedo solo difetti e sconfitta.

Bologna è sorniona, passare sotto quei portici rende tutto ovattato e onirico, come i silenzi, da cinema, mentre si sente il rumore dei passi e la carta del sacchetto dove c’è il libro che mi hai portato. Mi porti in un posto che non conoscevo, la liquirizia non è di frigo, poi in un altro posto, ancor più sconosciuto, ma come piace a me. Senza tempo, senza luogo, ma con forte personalità. Non sembra un locale, sembra “un posto”, non c’è dell’inutile musica, non c’è luce d’ambiente, c’è dietro al banco una con cui facevo teatro nel’98 credo, la gente non schiamazza, non sembra una sfilata, si beve del porto.

Ecco, in quel momento lì mi sono sentito tranquillo, la conversazione piacevole, nemmeno il bisogno di fumare una sigaretta. Un tranquillo sentirsi fuori luogo. Eri nettamente più rilassato anche tu. Camminiamo, scherziamo, odio gli universitari che bighellonano sempre, la gente finisce, arriviamo al mio hotel.

L’ascensore è dalla tua parte, sono all’ultimo piano. Azzardi un “Posso?” prima di baciarmi, lo trovo carino, forse puro. Per tutta risposta ti bacerò un bel po’. Sento i respiri forti, guardo le tue spalle, ci guardiamo negli occhi, hai un tatuaggio che non avevo visto e senza essercene accorti è praticamente l’alba.
Appena mi sveglio penso al momento in cui si sono riaperte le porte dell’ascensore, te che dici “baci meglio di come scrivi”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...