STUCK IN THE MIDDLE


Doveva essere The Dreamers, ma non lo è stato. Per fortuna. Ho rivisto il film il giorno prima dello shooting e ho capito che: a. non sarò mai Garrell, anche se quella volta lui a Parigi mi ha lanciato uno sguardo che non voleva di certo dire che ore sono, b. quei ragazzetti che facevano la rivoluzione per noia non li reggo.

Erano anni, davvero anni che non facevo fotografie seriamente. Non ero lì per quello, ma per una cosa ancora più assurda, cioè fare il modello. O il soggetto se preferite. Di solito racconto, filmo o fotografo gli altri, non me. Si pensa che io abbia un ego ipertrofico e che sia convinto di quel che vedete, ma non è così. Ero un bambino ciccione, e quando lo sei, lo rimani sempre un po’ nel cervello.

La fotografia è davvero mercificata adesso e mi fa incazzare. Perché un selfie non sarà mai un autoritratto. Non vi ammorbo, ci ho scritto una tesi quattro anni fa e se volete ne parliamo bevendo un caffè. La fotografia è un atto intimo, mistico, romantico. Raccontare una storia senza usare le parole e senza scadere nel già detto, visto e fatto è un impegno. Inoltre ha una funzione aggregante, per cui le persone che si conoscono rinsaldano il loro legame, e se dividi il set con qualcuno che non conoscevi se ne crea uno di nuovo. È qualcosa di intimo. Esci dallo shooting come se ti conoscessi da tempo, dovevi solo incontrarti. Come se ci fosse qualche assurdo movimento astrale che ti ha portato lì, in quel momento, con quella giacca, in quella piscina, con quei palloncini. E, altra cosa che mi ha fatto riflettere, è che con chi conoscevi già hai le conferme scoprendo cose nuove, e con chi hai appena conosciuto scopri cose nuove avendo conferme che non potevi attendere. Esistono le paure, la gentilezza, l’umanità e la capacità di sognare senza dover dimostrare nulla. Te lo puoi aspettare da chi conosci da tempo, non da chi conosci da 3 ore. Eppure.

Oh sì le paure. Quando fai uno shooting sei davvero a nudo. Ed è peggio che stare su un palco. Uno scatto tira fuori tutto se hai qualcuno bravo che ti dirige. E non parlo di inquadrature, aperture di diaframma, esposizione. Il bello della fotografia è che è un processo totalmente mentale, onirico, psicologico che trova una forma visiva. È un mezzo la fotografia, non è un fine. Allo stesso modo, sia quando la ricerca è totalmente estetica, sia quando si parla di emozioni.

Forse Stuck in the middle è proprio il titolo giusto. Siamo trentenni, sappiamo chi siamo e abbiamo ben chiaro cosa non abbiamo intenzione di sentire o cosa non vogliamo fare. Di certo non ci è ancora chiaro dove arriveremo, come, con chi e perché. A trent’anni ti è chiaro cosa hai sbagliato, hai fatto bene e non ti è chiaro il prossimo errore. Ma credo vada bene così. Avere tante certezze non credo sia sintomo di intelligenza.

Trying to make some sense of it all
But I can see it makes no sense at all
Is it cool to go to sleep on the floor?
I don’t think that I can take any more

Stanca da morire far le foto, essere fotografati, cercare la storia giusta. Non sappiamo al momento quale sia quella che abbiamo trovato. Credo verrà fuori in questi giorni, per ora so che ne ho viste tre, diverse e allo stesso modo visceralmente unite, profonde, interessanti, leggere al tempo stesso, come quelle foglie che avevamo a terra in piscina. Magari tre di quelle non venivano dallo stesso albero, però in quel momento erano perfette lì, armoniche, plastiche, umide, coreografate, vicine, fragili ma forti. Sì, erano perfette.

Annunci

2 pensieri su “STUCK IN THE MIDDLE

  1. Capita, in modo subitaneo ma nemmeno troppo, di pensare al declino delle cose belle.
    Quando ti leggo questo meccanismo si sovverte.
    In qualche modo dai fiducia.
    E fai bellamente solletico, risvegliando quel docile concetto del fata volentem ducunt nolentem trahunt.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...