trenta notti trenta letti #22


trenta notti trenta letti nasce da una scelta: non rientrare a casa mia per un mese. Il motivo non è importante e la sfida è trovare ogni giorno un nuovo letto. Chiederò a chi mi ospita che cosa significa per loro la parola libertà. In questo momento per me la libertà è un viaggio, un viaggio che durerà trenta giorni nelle vite delle persone che fanno parte della mia.

LA CASA DI MATTEO E BENNY

Ci sono serate che non ti aspetti. Di solito sono abituato a sentire le storie degli altri. In questo progetto o nel lavoro io racconto quelle altrui. Sempre. Invece stasera ho raccontato la mia. Su un bel divano blu tipo il mio, ho raccontato me. Matteo e Ben davanti, io parlo e sento ascolto, vicinanza, comprensione. Forse è una caratteristica comune che abbiamo, anche loro raccontano o scelgono che storie raccontare per lavoro. Mi piace qui, mi sembra di frequentare questa casa e loro da anni. E mi piace da matti vedere la complicità, i piccoli gesti di cui nemmeno loro si rendono conto.

Ringrazio e chiedo prima di uscire: Ma che cos’è la libertà?

Benny: E’ una sensazione, uno stato mentale, perché in verità non siamo mai liberi, né in società né in coppia. E’ un’illusione buona per vivere meglio e così essere liberi, ognuno nella sua dimensione.

Matteo: Essere orgogliosi e fieri di quello che si è. Essere libero è essere soddisfatto di come si vive. E’ importante.

Io li ho visti liberi. Liberi di amarsi, volersi bene, scherzare, essere complici. Bello.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...