trenta notti trenta letti


trenta notti trenta letti nasce da una scelta: non rientrare a casa mia per un mese. Il motivo non è importante e la sfida è trovare ogni giorno un nuovo letto. Chiederò a chi mi ospita che cosa significa per loro la parola libertà. In questo momento per me la libertà è un viaggio, un viaggio che durerà trenta giorni nelle vite delle persone che fanno parte della mia.

LA CASA DI ALESSANDRO E PATRIZIA

La mia prima casa è a Roma. Era fondamentale non essere a Milano. È una casa grande, molto bianca e che ha una vista sull’ambasciata inglese. Passo la mia giornata in quella accanto, quella di Alessandro e Patrizia, e poi dormo qui. Mi dicono che posso entrare e uscire dalla loro quando voglio, ho le chiavi perché sono uno di famiglia. Cerco di non commuovermi e ripongo il decoder Sky che casualmente mi era caduto nella borsa.

Ringrazio e chiedo prima di uscire: Ma che cos’è la libertà?

La libertà è sapersi assumere le responsabilità. Delle nostre decisioni, delle nostre scelte, delle nostre azioni. È l’unica cosa che ci rende completamente liberi.” E dire che parrebbe il contrario. “Quando ero più giovane pensavo che tutte le responsabilità che avevo fossero la mia sfiga. Guardavo gli altri fuggire le responsabilità e in un certo senso li ammiravo: pensavo che stessero proteggendo la loro gioventù. E invece non è mai troppo presto per imparare ad assumersi le responsabilità. È davvero la strada più breve per diventare liberi”

In quella casa io la libertà l’ho vista. Ho visto grandi responsabilità prese lavorare a sistema senza intoppare il processo di quell’unica cosa che fa la famiglia, aldilà dei legami scritti: il cuore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...