Post365days: #2


Non c’è stato tempo per scrivere ieri, ma questo testimonia come la scrittura non sia un atto assoluto ma radicalmente legato a quello che viviamo.
Il processo di conoscenza di quello che è la nostra rivoluzione parte sul campo e non è empirico. É un processo che contempla ascolto e resilienza. Leggere tutte le carte, vedere tutti gli elementi in gioco porta a scoperchiare, spolverare e portare alla luce quello che veramente vogliamo. Anche quello che non vogliamo. Quello che, purtroppo non è compatibile con la nostra essenza profonda, ciò che è inaccettabile.
Arrivare a questo richiede sangue e lacrime, un momento di profondo allineamento con quello che siamo. Mia nonna con il femore wifi non potrà correre la maratona di New York. Non sono compatibili. Per quanto mia nonna possa volerlo, il limite non può essere superato. È oggettivo, non imposto o mentale. Allo stesso modo ci sono cose che non possiamo farci andare bene, nemmeno per il bene. È complicato da esprimere. L’arte del compromesso non è sempre applicabile. Le cose sono proporzionali, non si escludono e ad ogni azione corrisponde un effetto. Ci credo fermamente, il nostro impatto ambientale non è sindacabile. Non possiamo fare finta di niente.
Proprio per questo essere risoluti nel sapere quello che è a noi affine è una realtà. Fingere di non vedere è errato, comportarci in maniera distante dalla nostra essenza crea sofferenza. E questa non è la nostra, non è la mia, missione. La felicità non è facile, e casomai passa attraverso la sofferenza. Che non ha senso imporci. Essere felici non è un traguardo, è un percorso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...