parenti pinnipedi


Dove eravamo rimasti? Ah sì, il cagnaccio era guardingo. Decise per due mesi di lasciare la sua confortevole cuccia tutta bianca, e di seguire la sua natura errante. Quel cuore andava comunque ritrovato. Anche se aveva poco tempo per pensarci: era indaffarato e pensava poco, in effetti, a quel cuore che era perduto.

Girava per lo Stivale tutto scodinzolante e curioso, conosceva nuovi posti, nuovi odori e soprattuto vedeva spesso il mare. Di sicuro nel suo albero genealogico almeno una foca c’era. Sennò come si spiega quel legame profondo con il mare, che era forte come quello che aveva col suo cuore mancante?

Successe un giorno che incontrò chi l’aveva abbandonato. Venne a scoprire che era stato sostituito, in un bruttissimo bar, con i mobili scuri e le luci gialle. Quel cane ha sempre odiato le luci gialle.
Sì sentì ancora più randagio.
Ma alla fine certe notizie fanno bene: ora sapeva dove di sicuro dove non cercare più il suo cuore. Mai più.
Si girò su se stesso, e se ne andò.

Annunci
Categories: Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...