comes and goes (in waves)

 

This is for the ones who stand
For the ones who try again
For the ones who need a hand
For the ones who think they can

It comes and goes in waves,
I am only led to wonder why
It comes and goes in waves
I am only led to wonder why
Why I try

Annunci
Continua a leggere "comes and goes (in waves)"

Quei 5 del lunedì.

Ok, alzarsi in piena notte per scrivere non è sano, ma forse è un buon segno. Il bisogno è una fragilità. Dover condividere un pensiero no. Il bisogno di condividere è dissonante. Oggi in aula ho parlato di qualità di contenuti. Dire che ho ricevuto 5 complimenti non è contenuto ma è qualità. Sono tentato […]

Continua a leggere "Quei 5 del lunedì."

Famous Blue Raincoat

It’s four in the morning, the end of December
I’m writing you now just to see if you’re better
New York is cold, but I like where I’m living
There’s music on Clinton Street all through the evening.
I hear that you’re building your little house deep in the desert
You’re living for nothing now, I hope you’re keeping some kind of record.

Yes, and Jane came by with a lock of your hair
She said that you gave it to her
That night that you planned to go clear
Did you ever go clear?

Ah, the last time we saw you you looked so much older
Your famous blue raincoat was torn at the shoulder
You’d been to the station to meet every train
And you came home without Lili Marlene

And you treated my woman to a flake of your life
And when she came back she was nobody’s wife.

Well I see you there with the rose in your teeth
One more thin gypsy thief
Well I see Jane’s awake —

She sends her regards.

And what can I tell you my brother, my killer
What can I possibly say?
I guess that I miss you, I guess I forgive you
I’m glad you stood in my way.

If you ever come by here, for Jane or for me
Your enemy is sleeping, and his woman is free.

Yes, and thanks, for the trouble you took from her eyes
I thought it was there for good so I never tried.

And Jane came by with a lock of your hair
She said that you gave it to her
That night that you planned to go clear —

Sincerely, L. Cohen

Continua a leggere "Famous Blue Raincoat"

36 minuti

Stanotte sono tornato a casa a piedi, dai Navigli. Sentivo già uscendo che sarebbe successo, che era il momento,  con me e Milano. Volutamente non ho portato le cuffiette, volevo pensare e sentire il rumore delle mie scarpe rimbombare tra le strade. Sui Navigli, sull’alzaia Pavese per precisione, ci ho abitato. Con una delle donne […]

Continua a leggere "36 minuti"

Povera Lega 2

Quindi, le gabbie dei tonni non solo uccidono i poveri pesci, ma danneggiano direttamente anche gli italiani, vegetariani e onnivori. Un motivo in più per non mangiare tonno. Commenta così Anna Giulia Giovacchini la tragedia del canale di Sicilia, dove alcuni immigrati hanno tentato di salvarsi dall’annegamento aggrappandondosi alle gabbie dei tonni. E’ buffo trovarsi a scrivere […]

Continua a leggere "Povera Lega 2"

Ma che è sta cafonata?

Allora. partiamo dal titolo. Arianna – Sexy People (The Fiat Song) ft.Pitbull

Fiat song. Bene. Io che quella macchina ce l’ho adesso la venderei subito. Non l’avevo mai associata a quel mondo un po’ periferico fatto di strappone e manzoni.

E poi Arianna, scusami, ma io mi ti ricordo così, avevo questa cassetta che se non ricordo male vendevano con Topolino. Ora, a 20 anni di distanza noto le influenze di Jo Squillo nella canzone. Erano anni difficili per la musica, w Jo.


Ora però da Jo sei passata a JLo, passando per Magalli e Marcello Cirillo (ti seguivo sempre). Jennifer lo sa che le hai rubato il Pitbull? E la 500? Perchè l’anno scorso era lei a fare la squinzia con la macchina. (La sua però era bianca). E sai che JLo non ha un bel carattere.

Io lo so che non è colpa tua. E’ che ti hanno ammollato una canzone così cafona, che per me vince il titolo della peggio dell’estate ai pari delle schifezze brasiliane tipo Eu te pego o Cecece o come se chiama. E dire che il Brasile ha un sacco di musica bella. Io già mi vedo la scena, nelle discoteche all’aperto in provincia, le Gregoraci wannabe con la matita attorno alla bocca che la ballano con la sigaretta elettronica, i pseudoBriatorini con il colletto inamidato e le pumps da tuxedo firmate Nero Giardini. E tutti gli americans che poi si dicono italiani, figuriamoci. Che orrore.

Sarà che poi non capisco Pitbull, con quella voce un po’ così, che a me ricorda qualcuno che vuole liberarsi dalla stipsi. Ma forse non ho gli elementi per capire, come non capisco la storia del video. Pitbull sulla barca, Arianna guida sott’acqua, in spiaggia tutti si annoiano e la città è vicina. E poi arriva Charlie Sheen, che in verità non arriva perchè è su un’isola con due sirene, che fuori dall’acqua non muoiono e chedi sicuro, sebbene siano due, non potranno fornirgli tutto il piacere che si merita Sheen naufrago. Sono mezze pesce sotto, non sopra.

Continua a leggere "Ma che è sta cafonata?"