Palestrology: l’informata


Pensavate che l’analisi delle specie palestrizie fosse finita. E invece no.
E magari pensavate anche che tutti i frequentatori della palestra fossero come La Golden. E invece no.
A qualsiasi ora riusciate a fingere un’impegno improrogabile per allenarvi, la trovate, lì, in canottiera: è L’Informata. Fisicamente neutra, non cloaca nè tantomeno cicala, si contraddistingue per l’amore per la carta stampata. C’è chi si porta dietro asciugamani, acqua, scheda, santino di Jill Cooper. Scontati. Lei ha il giornale. Anzi due. Quello rosa, ma non quello economico, e un’edizione locale di un quotidiano. Un quotidiano che non è quello della città meneghina. Quindi l’informata ricorda al pubblico dei mufloni sudanti che lei è, diciamo, internescionals. La copia del quotidiano extraregionale però non viene sfogliata, cosa che invece avviene per la Gazzetta, esaminata e ripiegata per la lettura. Il product placement de L’Informata quindi spazia dal settoriale alla cronaca, in modo da fornirle rispetto da parte di analfabeti di andata, ritorno e pernottamento.
Tuttavia, il placement così alto non ha il successo sperato, viene comunque schifata dalla fauna ginnica. La si nota, infatti, cercare un qualche sguardo pronto a condividere le ultime news sui più disparati argomenti, di indiscusso interesse quali il calcio o la sagra della parrocchia e il mistero delle 13 galline scomparse.
Ma l’amore per l’informazione non si ferma alla carta stampata. L’Informata conosce tutti i perdigiorno della sala, gli allenamenti, i progressi e i più diffusi drammi degli uomini machoman che si allenano: depilazione e relativa ricrescita, fuorigioco e ragazze che non capiscono cosa si perdono (o ragazzi che dove pensava di andare con quelle braccine). In spogliatoio, mentre viene ovviamente ignorata dalla Golden, sempre più convinta di essere la risposta maschile a Belen, la si scorge in cerca di informazioni legate alle varie serate, mentre con lentezza si cambia sperando in un po’ d’amore, un attimo, un uomo semplice, una parola, un gesto, una poesia.

Annunci

Un pensiero su “Palestrology: l’informata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...