Palestrology – La Colmenares


E insomma qua c’era la Fashion Week. Quindi la gente si sentiva ancora più brutta (maschi) o grassa (femmine). Quindi che me fanno? Giungono in palestra sperando in un intervento della Santa Jill Cooper per le generazioni più giovani, Costantino Tesmed Gallazzo per quelle più di periferia o di Sidney Rome per quelle più agée (e più gaie, diciamocelo).

Io associale per vocazione con confidenza relegata al mio solo personal trainer, osservo divertito un’antagonista dell’acChiappasoci di cui parlai qualche post fa. Ella non è come l’acChiappa, che è la più figa dell’universo (se per universo intendiamo i 7 garage del suo palazzo), è più televisiva, più pop, più drama. E’ cresciuta a pane e Buon Pomeriggio con Patrizia Rossetti, mentre la madre stirava guardando in modo porcino sotto un azzurro trucco i pettorali di Milagros soffocati dalla folta chioma, domandandosi perché fosse finita lì, sposata con un Luca Sardella senza nemmeno la coppola. Scusate, ho divagato. Dicevo, il frutto dell’amore di questi due personaggi un giorno ricevette in sogno direttamente Grecia Colmenares che le disse: tu mi rappresenterai nel mondo, e questo titolo conferitomi dalla Eminflex vale più di quello che sarà Miss Tecnologia FidelityPoint 2011 a MissItalia. Per questo la chiameremo La Colmenares.

Ella si destreggia per la sala degli aitanti maschioni con il fare monacale di chi è una soap opera, interpretando infatti tutte le parti a seconda del copione che le invia la coperta angeli in wi-fi mentre dorme. Quindi abbiamo in ordine: l’infanta, la giuovincella sofferente, la bonona ventenne, la muta (a volte la coperta non scrive il copione perché non ha copertura), barbie mogano regina delle feste. Ah sì, perché la Colmenares della palestra è una bella morona, fiera dei colori moroni e non parente della Moroni. Tutto è in corporate sebbene lei non conosca questa parola. E’ scuro il trucco è scura la carnagione, che mi fa sempre così “ah ma il mio boy c’ha la casa al mare”.

Di base, incarnando il verbo dell’eroina un po’ travagliata e vittima, lei sa di essere speciale, come un settimanale che ti regala i racchettoni. Quel qualcosa in più, ça va sans dire. Quindi, essendo lei speciale, vittima e travagliata non può salutare. Perché sente di essere stata lasciata dal maggiordomo in un carrello della Standa perché il Cardinale Richelieu la voleva morta. Finendo nel carrello della sua futura madre, una madre cercava di farsi dare due fustini dal commesso in cambio di una tetta, mostrata con eleganza al ragazzo del reparto frutta. Una madre che fu felicissima di avere una figlia oltre ai due fustini omaggio, quel qualcosa in più. Appunto.

Insomma lei non saluta mai. Ma come tutte le paladine delle telenovelas, lei è una nobile caduta in disgrazia, e quindi quando i rifiuti sociali vengono in palestra, si toglie dal suo nobile mutismo e diventa barbie mogano regina delle feste. Non sono sicuro ma un giorno mi sembra di averla addirittura vista ridere. Vabbè. Tutto questo per dire cosa? Che è veramente un copione scritto male, da telenovela brasiliana di TeleTocai, nota rete televisiva del Collio friulano. Non sa fingere di essere orientata al cliente o alla vendita. Quando passa sfila, e non saluta mai. Quando invece saluta o sorride è del tutto innaturale. Come farmi capire…
Avete presente la Lety Moratti che balla?

Ecco.

Qualora foste ancora lì col dubbio di chi sia il mio background tra i tre proposti sopra (Jill Cooper, Sidney Rome, Costantino Tesmed Galeazzo), vi siete sbagliati. Io faccio parte del pubblico che non si allena perché si è accorto di avere la panza, io faccio parte di quelli che si allenano sempre e la panza non ce l’hanno, come la mia amica Jessica Fletcher:

che poi è il segreto della mia bellezza.

Annunci

Un pensiero su “Palestrology – La Colmenares

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...