la fine del baudismo


gianni luca e paolo

I risultati d’ascolto migliori dal 2005. Possiamo dire e si dice la qualsiasi sul festival (è sottotono, è il festival della sinistra, è il festival delle raccomandate), ma ha funzionato, i dati di ascolto parlano chiaro.
Evitiamo le utopie e le innovazioni tout-court. Il festival funziona perchè è vecchio. Che poi piaccia o no, diverta o sia piacevole come una fila alle poste a ora di pranzo, questo è altro affare. E quest’anno è stato molto vecchio, se preferite scriverò classico. Non si è finito in piena notte, gli interventi pre/post canzone sono stati telegrafici e non c’è stato autoreferenzialismo. Quindi Pippo, mi spiace ma ha vinto Mazzi.

La serata, è vero, tendeva all’abbiocco post prandiale della domenica, ma è il format che è così. L’abbiamo visto troppo in passato e soprattutto non ci siamo più abituati. Non c’è gente che urla, bestemmia o fa la gara dell’ignoranza. Non c’è dietro le quinte, non c’è opinionista (grazie al cielo) e non c’è voglia di cambiarlo.
Le canzoni sono giuste per questo prodotto. E’ il Carosello della musica. Pochi hanno avuto l’accortezza di invitare personaggi fuori dal contesto. Cito la Santa Raffa che nel 2001 portò Eminem. Altri l’avrebbero fatto? Non credo. Che poi certi ospiti siano inutili anche in questo contesto, sono d’accordo, che ci azecca Avril Lavigne con Sanremo. Volevano parlare coi teen, usando una che da anni fa la teen, anche se teen non lo è più?

Per cosa verrà ricordata allora la serata di ieri? Per Luca e Paolo che hanno fatto la canzone Ti sputtanerò. Non per le canzoni, mi pare. Nella conferenza stampa dell’Organizzazione appena conclusasi, una domanda di un giornale molto cattolico (sempre in prima linea, permettetemi la battutaccia, un po’ come il fan club del parroco, sempre nella prima bancata) ha chiesto se le parole usate non siano state troppo dure. Luca e Paolo hanno risposto magistralmente: le parole possono sembrare dure, ma dura è la realtà delle cose che stanno accadendo. Scatta l’applauso in sala. Aggiungono che hanno fatto una canzone su due, Berlusconi e Fini, che si sputtanano davvero. Bravi.

E se volete leggere un parere sulla musica, invece, posso dirvi che Vecchioni piace tantissimo qui in sala stampa, ma che tutti continuiamo a sentire il nome dei Modà e Emma come favoriti.

 

Annunci
Categories: Senza categoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...