Perchè non credo alla logica o alla matematica o alla fisica.


Basta guardarsi in giro.

Un numero primo è un numero naturale maggiore di uno che sia divisibile solamente per uno e per sé s

tesso, quindi non avendo a che fare con altri numeri, non può soffrire di solitudine, checchè ne dica il libro. I numeri a base due, invece sono chiaramente bipolari e un po’ tristi perchè essere divisi non è mai bello e quelli a base tre, invece sono chiaramente dediti al mercimonio e all’adulterio.
Inoltre, un numero non può essere razionale, perchè razionale deriva dal latino rationem, cioè intelletto. E che io sappia, se i numeri fossero così intelligenti come ci vogliono far credere, risolverebbero le loro funzioni da soli, senza mettere in mezzo la gente.

Logica transitiva, altra cazzata. Dice che se a->b e b->c allora a->c. Allora se A sta male per B che sta male per C, A dovrebbe stare male per C.
Invece a me C sta solo sul c.

Se un soggetto A esercita una forza F su un soggetto B, allora il soggetto B eserciterà sul soggetto A una forza -F uguale e contraria. Il che mi sembra un pessimo messaggio da dare ai giovani speranzosi di trovare qualcuno con cui camminare sul lungomare.

Due rette parallele si incontrano solo all’infinito. E invece no, sono bugiarde, non si incontreranno mai, perchè è come se si dicessero “massì prendiamoci un caffè!”, sanno già che non succederà.
Due curve tangenti si incontrano solo in un punto. Saranno anche bugiarde, ma almeno si sono divertite, contente loro…

Se due mani si incontrano e si incrociano, e quindi creano una mega x tra loro, non si hanno 25 dita, ma un sorriso diviso per due. Anzi, condiviso.

5 esempi, come la media (totale) delle mie pagelle di matematica scritta e orale. Ammetto che ho preso anche 1, per aver scritto correttamente la data lasciando il resto del foglio protocollo in bianco.
L’unica cosa che ho capito di questa filosofia che spacciano per scienza è che dopo 5 anni di ripetizioni, il mio prof aveva una Punto nuova. E che la logica è relativa: sommando 5 debiti formativi in mate e 3 in fisica mai superati, mi sono comunque diplomato.
Io non ci credo, mi dispiace, perchè non ho mai visto un numero salutarmi per strada, un più all’Esselunga, una linea retta che se ne andava per i fatti suoi, una radice quadrata in giardino. Il cerchio perfetto, invece, esiste e si chiama hula-hoop. Ce l’aveva mia sorella e lanciandolo sull’albero dei vicini abbiamo dimostrato che non è vero che due curve (ramo e cerchio) si incontrano solo in un punto, e poi siamo scappati.
Dicevo, non ci credo, non sono applicabili alla realtà, perchè presupporrebbe che ce ne fosse una per tutti, e sappiamo tutti che non è così.

Credo che questa sia senza dubbio la migliore spiegazione antimatematica degli ultimi 150 anni.

Annunci

Un pensiero su “Perchè non credo alla logica o alla matematica o alla fisica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...